rapine posteOre 11.28 un giovane entra nell’ufficio postale di via Vittorio Emanuele a Castelvetrano, un complice lo aspetta fuori. In pochi attimi il giovane, visibilmente nervoso, salta dall’altra parte dello sportello attirando l’attenzione della gente in coda: “questa è una rapina”. Una volta riempite le tasche di denaro il giovane salta nuovamente il bancone per darsi alla fuga ma trova un polizziotto in borghese, con tanto di pistola alla mano, che lo atterra in un attimo, assicurando tutti i presenti.

Nel giro di pochi minuti la vita dell’ufficio torna alla normalità, alle ore 12:00 gli operatori delle poste erano già disponibili per raccomandate e pagamenti. Entrambi i balordi erano a volto scoperto e sembra fossero già conosciuti alle forze dell’ordine.