scontro pompeo poma castelvetranoSi accende la polemica sulla vicenda del mancato inserimento del territorio di Castelvetrano nel piano triennale delle opere pubbliche della Provincia Regionale di Trapani.

Dopo le notizie che erano state diramate dal sindaco Gianni Pompeo, è arrivata la piccata risposta del vice-presidente della provincia, Giuseppe Poma, in cui venivano elencate una serie di sistemazioni di strade periferiche, fatte passare per opere di primaria importanza e soprattutto venivano lanciati dubbi sull’operato del sindaco Pompeo, quando si trovò ad operare come assessore provinciale nel biennio 1998-2000 sotto la presidenza Adamo. “

Mi spiace polemizzare con un amico come Poma- afferma il sindaco- ma visto che lui più che un vice è stato il vero presidente della provincia, viste le continue assenze di D’Ali, avrebbe potuto studiare meglio le carte ed essere più preparato sul mio operato da assessore. Visto che sono stato abituato a parlare poco e produrre molto- continua Pompeo- per una volta vincerò la mia ritrosia e lo aggiornerò io. A Castelvetrano siamo riusciti a recuperare, completare e consegnare il liceo scientifico, abbiamo rimesso a nuovo l’istituto Magistrale con un intervento da oltre 750 mln delle vecchie lire, a Santa Ninfa abbiamo fatto nascere il nuovo istituto per l’Ipsia, che era precedentemente alloggiato in un ex carcere, a Partanna abbiamo realizzato l’istituto tecnico commerciale, a Gibellina abbiamo riaperto e fatto funzionare alla grande la Piscina, a Mazara abbiamo realizzato l’Auditorium presso l’istituto tecnico, ed a Campobello abbiamo consentito i lavori di ampliamento del istituto per geometri, tutti lavori che hanno portato benefici concreti al mio territorio.”