barriere-architettoniche.jpg

Il sindaco della città di Castelvetrano, Dr. Gianni Pompeo, rende noto che è stato approvato il progetto per l’eliminazione delle barriere architettoniche lungo la via Vittorio Emanuele, vero e proprio corso principale della città, per un importo complessivo di € 65.000,00.

“L’intervento prevede l’abbattimento delle barriere architettoniche al fine di intraprendere una strada volta al raggiungimento della massima inclusione sociale, delle persone con disabilità- afferma Nino Rizzuto assessore ai lavori pubblici- realizzeremo un percorso che colleghi due luoghi urbani, ormai deputati ad essere luogo di incontro e socializzazione del nostro paese, il sistema delle piazze e piazza Giacomo Matteotti”.

Il percorso partirà dalla via Biagio Militello, atteso che la precedente parte della via Vittorio Emanuele, è difficilmente adeguabile a causa dell’esigua larghezza dei marciapiedi, per proseguire lungo la via V. Emanuele, in direzione piazza Matteotti. Lungo il percorso è previsto lo smontaggio dei marciapiedi, in corrispondenza di ogni attraversamento, sia di strade che cortili, al fine di realizzare dei raccordi di pendenza adeguata ed a norma, che permettano la percorrenza ai soggetti che hanno difficoltà motorie o che siano su carrozzina.

Negli incroci in corrispondenza delle vie Crispi, Pirri, Gioberti e Palestro, si prevede di poter raggiungere il marciapiede opposto con la creazione di analoghi raccordi. Saranno inoltre rimossi, lungo il percorso individuato, tutti gli ostacoli attualmente presenti sui marciapiedi, quali cartelloni, cestini ed altro, provvedendo ad installare una nuova cartellonistica in siti che non creino ostacoli alla percorrenza, per entrambi i marciapiedi. Le nuove pavimentazioni, delle rampe di raccordo tra marciapiedi e sedi stradali, saranno rifiniti con pavimentazione in monostrato vulcanico striato, al fine di creare una diversificazione anche tattile rispetto alla pavimentazione dei marciapiedi; anche il colore di tale raccordi sarà diverso da quello del marciapiede, onde ottenere anche una caratterizzazione visiva. In corrispondenza dei raccordi è prevista la messa in opera di attraversamenti pedonali, segnalati con strisce come normato dal Codice della Strada.