Prima edizione della Regata/Crociera di San LuigiSette secoli dopo le epiche gesta di San Luigi, noto come il “Re santo” , si svolgerà la prima edizione della Regata/Crociera di San Luigi, proposta come un incontro di civiltà sulla rotta da lui percorsa durante la famosa Crociata del 1270.

La Regata/Crociera di San Luigi ripercorrerà idealmente la rotta seguita dalla flotta del Re Luigi IX di Francia nel 1270, toccando Genova, Aigues Mortes, Barcellona, Mahon, Ajaccio, Cagliari, Cartagine, dove sorge la chiesa-museo dedicata al Re santo, e Trapani, per concludersi con una visita alla Basilica di Monreale (Palermo), dov’è tuttora custodito il cuore di San Luigi.
Il percorso, che si propone altresì come innovativo itinerario di turismo tematico, risponde anche alla necessità di individuare nuove forme di interscambio culturale tra le civiltà del Mediterraneo. Nei porti dove sosteranno le barche, infatti, non mancheranno incontri, eventi, manifestazioni, mostre e intrattenimenti culturali.

La Regata / Crociera nasce da una intuizione del Comune di Cagliari che ha patrocinato la manifestazione unitamente alla Provincia di Trapani, alla Regione Liguria, alle città francesi di Aigues Mortes, Le Grau du Roi e Port Camargue, all’Alliance Francaise e al Real Club Marìtimo de Barcelona.
Lo Yacht Club di Cagliari e la Lega Navale Italiana di Cagliari e Trapani saranno invece i Club preposti alla organizzazione della Regata/Crociera.
L’organizzazione e la gestione operativa della parte nautica della manifestazione è affidata all’Ammiraglio Roberto Baggioni, esperto velista e propiziatore di suggestivi ed interessanti eventi nautici e golfistici in Sardegna; sarà lui il Commodoro della Regata Gli aspetti tecnici e turistici, invece, sono curati da Biosport Management società del Gruppo Thesauron.

La partecipazione alla Regata è aperta sia ai velisti provetti che agli amanti del mare e della vela da diporto. Per questa ragione da ciascuno dei porti di partenza della regata sarà garantita la disponibilità di almeno un’imbarcazione con skipper, che potrà ospitare singoli partecipanti o piccoli gruppi. E per la medesima ragione il Comitato organizzatore ha deciso di dotare tutti le imbarcazioni di un avanzato sistema satellitare della Tracking System, per aumentare la sicurezza della navigazione, ma anche per fornire la possibilità, a chiunque vorrà seguire via Internet la regata, di fare “il punto” in tempo reale sulla stato della competizione.
Per questa particolare attenzione alla sicurezza della vita umana in mare e per una serie di accorgimenti e di rigorose osservanze di regole e raccomandazioni, la Regata ha ottenuto il patrocinio dell’Union Méditerranéenne del Voile.

Biosport Management
www.biotour.it