I carabinieri della stazione di Partanna hanno notificato 38 avvisi di conclusione delle indagini preliminari ad altrettante persone coinvolte nell’operazione antidroga denominata “Nirvana”.

Gli avvisi di conclusione indagini sono stati emessi dalla procura di Marsala. Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di aver posto in essere una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli indagati sono tutti residenti nella provincia di Trapani, a eccezione di tre persone residenti nel Palermitano. Nel corso dell’attività investigativa, realizzata tra gennaio 2006 e gennaio 2007, i carabinieri hanno arrestato 10 persone, colte nella flagranza del reato di spaccio di stupefacenti.

I militari hanno anche sequestrato ingenti quantitativi di droga, cioè 10 kg di marijuana, 500 grammi di hashish, 50 grammi di cocaina e 20 grammi di eroina. Le indagini presero il via a Partanna, dopo un sequestro di droga operato nei confronti di diversi giovani partecipanti a una festa di compleanno. Da quel momento, gli investigatori sono risaliti agli spacciatori e hanno avviato la fase investigativa, sotto la direzione della procura lilibetana. Servizi di pedinamento, osservazione e intercettazioni telefoniche e ambientali hanno successivamente permesso di accertare le responsabilità di spacciatori dislocati nei comuni di Partanna, Castelvetrano, Santa Ninfa, Gibellina, Salemi, Mazara del Vallo, Marsala, Partinico e Palermo.