referendumIl presidente del partito di Città Nuova, movimento civile per la liberazione etica della politica, di Castelvetrano, Gaspare Bongiovanni, ha deciso di aderire all’iniziativa portata avanti dal deputato regionale, On. Cateno De Luca, che propone una raccolta di firme per l’indizione di un referendum abrogativo della legge, approvata dall’Assemblea Regionale lo scorso 8 agosto, in materia di “Norme di ineleggibilità ed incompatibilità dei Deputati Regionali” (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Regione Siciliana n°38 del 24 agosto 2007).

La legge in questione consente ai deputati regionali di poter fare contemporaneamente anche i presidenti di Provincia o i sindaci dei comuni superiori a 20mila abitanti.

In pratica i sindaci attualmente in carica, non potranno nemmeno candidarsi all’ARS, mentre i parlamentari potranno candidarsi alle cariche di sindaco e/o presidente delle provincie. Il movimento Città Nuova, che fin dall’inizio della sua attività si è distinto per aver portato avanti battaglie per la salvaguardia dei valori etici della politica, ha deciso di dire no a questa legge, come ci conferma il responsabile per gli enti locali, Nino Centonze: “L’iniziativa, portata avanti dall’On. De Luca, è degna di attenzione ed è questo il motivo che ha spinto ilo nostro movimento a sposare in pieno il progetto referendario, siamo giunti al giro di boa, in quanto già sono state raccolte oltre 60 mila firme sulle 100 mila previste dalla legge, pertanto invito i cittadini di Castelvetrano a mobilitarsi per abrogare una legge che minaccia la liberta dei cittadini e che tende a garantire l’autoconservazione della “casta politica regionale” aumentando sempre più il distacco tra il Palazzo e la gente.

Saremo presenti pertanto domenica 18 novembre dalle ore 17,00 alle ore 20,00 in piazza Matteotti con un gazebo per spiegare le ragioni del Referendum e per raccogliere le firme che i cittadini vorranno apporre a sostegno di questa iniziativa”.

Il presidente di Città Nuova
Gaspare Bongiovanni