Posteggi a pagamento

Il sottoscritto Ninni Vaccara, nella qualità di Consigliere Comunale, in riferimento alla risposta all’interrogazione n°170/2010 del 31/08/2010 sulla gestione del servizio sosta a pagamento espletato dalla Ditta SIS e non soddisfatto per la non l’applicazione del principio giuridico “INADIMPLENDI NON EST ADIMPLENDUM “ , perché se la sosta a pagamento è un pubblico servizio, come fa la ditta aggiudicataria a licenziare i dipendenti, non riassumerli e a voler continuare il servizio in base all’art. 11 del capitolato speciale d’appalto “ Oneri ed obblighi della ditta aggiudicataria” che recita : Il servizio oggetto dell’affidamento è da considerarsi , ad ogni effetto di legge , servizio pubblico e per nessuna ragione potrà essere abbandonato e/o sospeso senza l’autorizzazione dell’Amministrazione Comunale “ e a continuare ad incassare le somme pagate dai cittadini tramite parcometri elettronici ( circa 6.000,00 euro come riferisce il giornale di Sicilia nell’articolo del 28/09/10) senza aver di fatto operato o messo in atto azioni mirate ad espletare e garantire la continuità del servizio pubblico.

Considerato anche il periodo di “vacatio temporis” , che si è verificato dal 20/06/2010, ultimo giorno di servizio prima del licenziamento degli Ausiliari del traffico e la determina n°144 del 09/07/2010 del Dirigente del Settore di Polizia Municipale che rendeva definitiva l’aggiudicazione della nuova gara di cui al verbale del 28/06/2010, relativa al servizio di gestione delle aree di sosta a pagamento con l’impiego degli ausiliari del traffico alla Ditta SIS srl Segnaletica Industriale Stradale con sede in Mantignana di Corciano “PG” e la firma del nuovo contratto e la ripresa del servizio che è iniziato solo il 17/09/2010, come mai sono trascorsi tutti questi mesi?

Considerato che la durata della concessione in base all’art. 8 è fissata per un periodo di 24 mesi, come mai sono stati fatti agli ausiliari del traffico dei contratti di lavoro di durata 6 mesi dal 16/09/2010 al 28/02/2011, si prospetta forse un altro periodo di interruzione del pubblico servizio a Marzo 2011?

Come mai è stato fatto un contratto di 21 ore lavorative e non di 24 che sarebbero le ore minime ed indispensabili per coprire tutto il servizio in tutte le zone con i 7 ausiliari del traffico in organico (quando nel bando si parla di 8) e visto che l’amministrazione comunale con delibera di giunta n°171 del 15/04/2010 ha aumentato gli stalli di sosta dei posti auto da 380 a 420 dando di fatto più lavoro e più introiti economici sia alla Ditta che agli Ausiliari?

Viste tutte queste problematiche si IMPEGNA L’ Amministrazione Comunale a chiedere dei chiarimenti alla Ditta aggiudicataria del servizio e a rivedere insieme al Dirigente del settore di Polizia Municipale la gestione dell’intero servizio e delle norme che regolano il contratto e degli impegni assunti dalla Ditta, per garantire alla città la qualità dello stesso attraverso la professionalità dei dipendenti che ormai da anni svolgono egregiamente questo servizio ed hanno bisogno di garanzie di continuità per loro e per le loro famiglie.

Ninni Vaccara
consigliere comunale