negozi saldiIl sindaco Gianni Pompeo ha incontrato i rappresentanti delle organizzazioni di categoria ed i sindacati per discutere dell’eventuale aumento del numero delle aperture domenicali.

L’iniziativa voluta dall’Amministrazione, nasce dalle mutate esigenze degli operatori commerciali che hanno chiesto di avere qualche giornata domenicale in più, per poter rimanere aperti ed aumentare le possibilità di vendita.

Il sindaco ha convocato tutte le sigle sindacali e le associazioni di categoria e dei consumatori, per un incontro che si è tenuto alla presenza anche dell’ assessore e del dirigente alla polizia municipale, rispettivamente Francesco Saverio Calcara e Simone Marcello Caradonna. Alla riunione erano presenti Vincenzo Danimarca per la Confesercenti, Nicola Egitto per la Confcommercio, Gaspare Giaramita per la CGIL e Vincenzo Armato per la Cisl e l’Adiconsum che hanno ascoltato le ragioni del sindaco e portato avanti le istanze dei propri assistiti.

L’attuale regolamento comunale prevede l’apertura domenicale 1 volta al mese, a cui vanno ad aggiungersi le tre domeniche di novembre con lo Shopping e Spizzico, e quelle dicembrine fino ai saldi di gennaio. Il sindaco, pur rimanendo fedele al principio che va garantito il giusto riposo agli impiegati e la possibilità di dedicarsi agli affetti ed alle proprie passioni, si è detto disponibile ad incrementare a due domeniche mensili l’apertura dei negozi, magari nelle ore pomeridiane, per consentire ai fedeli di poter partecipare alla messa domenicale mattutina, con la possibilità di prorogare la chiusura oltre le ore 20.00, e per un totale annuale che non dovrà superare le 25-27 domeniche di apertura, secondo una precisa calendarizzazione che tenga conto anche delle eventuali concomitanze con le giornate festive. Le associazioni si sono riservate qualche giorno di tempo per informare i propri assistiti, e per comunicare all’Amministrazione l’eventuale accettazione.