Mobbing CastelvetranoIl Comune di Castelvetrano è stato condannato per mobbing nei confronti di un dipendente, Francesco Frosina, che nel giugno dello scorso anno, dopo un trasferimento d’ufficio, aveva accusato crisi ansiose e depressive.

L’impiegato aveva denunciato, inoltre, di essere stato collocato in una stanza senza finestre. A stabilire che il trasferimento era “illegittimo” e riassegnare il ricorrente al vecchio incarico è stato il tribunale di Marsala. Il dipendente, adesso, intende citare il Comune in sede civile per la quantificazione del risarcimento dei danni. “Mi hanno trasferito solo per isolarmi”, ha detto Frosina, che è anche un dirigente sindacale della Uil.