valerio-massimo-manfredi1.jpgGrande successo per una delle più attese serate dedicate ai libri e ai suoi autori, da tempo gli appassionati aspettavano con ansia l’incontro con Valerio Massimo Manfredi il principe dell’archeologia, colui che con i suoi libri oltre a far rivivere personaggi esistiti circa duemila anni addietro, fa conoscere quelli che sono stati usi e costumi dei popoli protagonisti dei suoi racconti e spesso, attraverso la sua incredibile capacità descrittiva, immergendo completamente il lettore all’interno della scena trasportandolo nel piacevole vortice della lettura da cui è difficile uscire.

Nei suoi lavori editoriali il conduttore di “Stargate” (programma di successo andato in onda su La 7) riesce ad inserire di tutto, dal ritmo incalzante del racconto che lascia quasi senza fiato ai valori umani e civili oltre giustamente alle nozioni di archeologia e storia.

In un teatro Selinus colmo di appassionati lettori ed ammiratori, il professore della Bocconi ha presentato quella che è la sua ultima fatica “L’armata perduta” di cui troverete un approfondimento all’interno della voce editoriali, magistrale l’interpretazione dell’attrice Giusy Galatà che ha dato lettura dei passi principali del romanzo come ineguagliabile è stata la dettagliata spiegazione da parte dell’autore che diversi anni fa ha seguito con una spedizione scientifico-archeologica il difficile itinerario dei “diecimila” valorosi protagonisti del romanzo.
Una serata da non dimenticare per chi si è immerso almeno una volta nelle letture di Valerio Massimo Manfredi, una occasione mancata per chi non c’è stato e per chi non si è lasciato travolgere dalla lettura di almeno una delle sue numerose opere.