bit.jpgUna delegazione dell’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Gianni Pompeo, e composta dall’assessore al turismo Francesco Saverio Calcara, del presidente del consiglio comunale Francesco Lombardo e dai consiglieri Salvatore Ingrasciotta e Giampiero Triolo, sta prendendo parte alla Borsa Internazionale del Turismo che si concluderà domenica 24 febbraio, e si svolge presso la sede della Fiera di Milano, con un proprio stand.

La B.I.T.è una delle più qualificate manifestazioni di livello internazionale, di promozione turistica, cui prendono parte numerosi Enti, aziende ed operatori turistici. Quest’anno ci sono espositori provenienti da 152 nazioni. Ricco, quindi, il parterre di paesi che si presentano per la prima volta o che ritornano dopo qualche anno di assenza.

Tra i nuovi arrivi: Bhutan, Mali, Repubblica Democratica del Congo, Togo, Abu Dhabi, Belgio-Turismo Fiandre, Bielorussia, Nicaragua e Haiti. Di grande rilievo il ritorno del Giappone dall’area asiatica e delle Isole Bermuda dai Caraibi. Dopo le positive esperienze degli anni precedenti, in cui l’amministrazione aveva uno spazio all’interno dello stand dell’associazione Terre d’Occidente, quest’anno si è deciso di fare di più per poter garantire una maggiore visibilità alle tante proposte che offre il nostro territorio. Si è così prenotato uno stand da mt. 20×20, che è stato allestito con i prodotti tipici del nostro territorio del settore agro-alimentare. Ma oltre ai prodotti d’eccellenza del nostro territorio nello stand troveranno spazio le meravigliose immagini delle nostre bellezze architettoniche, storiche e naturalistiche, ed ampio spazio sarà dedicato alla promozione delle tante iniziative che si svolgono nel corso dell’anno, dal corteo storico di Santa Rita, al Festival Internazionale dei fuochi d’artificio, dai teatri di Pietra, alla stagione del Selinus, dalla sagra della sarda al pane nero più lungo del mondo, dalla rassegna internazionale del cortometraggio a l’Aurora ed alle decine di iniziative che vengono proposte in ogni stagione dell’anno proprio nell’ottica di destagionalizzare il turismo. Politica questa che comincia a dare i suoi frutti, visto che i dati diffusi dall’Azienda provinciale del Turismo, parlano di un incremento pari al 60%, e di siti più visitati dell’intero ambito trapanese.