Ancora un’iniziativa di alto profilo sociale da parte del Lions di Castelvetrano. Sabato al teatro Selinus si è svolto un convegno sulle ZFU, le Zone Franche Urbane che stanno per trovare attuazione in Sicilia, come in altre regioni del Sud Italia.

Su iniziativa del Presidente Cervellione, coadiuvato da alcuni componenti del direttivo del locale Lions Club, si è relazionato e dibattuto sulla determinazione di uno strumento agevolativo dell’imprenditoria locale che sarà attivato a partire dal 5 Marzo, in conformità con il decreto ministeriale del 10 Aprile 2013, a firma dei Ministri Passera e Grilli, sotto il Governo Monti.
Si tratta della entrata in vigore di un provvedimento legislativo di cui si parla da tempo e che sembra finalmente poter mettere in pratica la volontà più volte sbandierata dalle forze politiche nazionali di riuscire ad alleggerire il peso della pressione fiscale sulle aziende e sul mondo del lavoro.

zfu castelvetrano

convegno zfu

Uno strumento a disposizione delle Amministrazioni Pubbliche di una quindicina di Comuni siciliani che hanno identificato nel proprio tessuto urbano alcune zone censuarie in cui sia necessaria una concreta azione di sostegno delle attività economiche, zone in cui il basso livello occupazionale e la bassa scolarità hanno accentuato uno stato di sottosviluppo da cui finalmente sembra si possano “affrancare”.

Ancora una volta la struttura amministrativa del Comune di Castelvetrano si è mossa con efficienza e, in vetta alla classifica dei vari Comuni interessati nella nostra provincia, ha ottenuto la disponibilità dell’importo di 8.778.875 Euro da destinare a tutte le attività imprenditoriali che ricadono nelle “zone censuarie” identificate allo scopo dal Comune.
Per essere più chiari, per zone censuarie si intendono parti del territorio comunale con caratteristiche ambientali, urbanistiche e socio economiche uniformi per ciò che attiene al tessuto immobiliare.
Le zone censuarie “franche” identificate a Castelvetrano sono: la 30, la 31, 44, 45, 61, 62, 63, 64, 65, che si trovano nella parte sud della città.

Sono agevolate le imprese di nuova o recente costituzione, le imprese femminili e le imprese sociali (categorie meglio identificate nel decreto) la cui attività viene svolta all’interno del perimetro che delimita le suddette zone.
Le agevolazioni riguardano l’esenzione dalle imposte sui redditi d’impresa, l’imposta regionale sulle attività produttive, l’imposta municipale sugli immobili destinati all’esercizio d’impresa, nonché l’esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente, con una gradualità che parte dal 100% per i primi 5 anni e che diminuisce negli esercizi successivi.
Al convegno ha partecipato una numerosa rappresentanza dell’imprenditoria di Castelvetrano e degli ordini professionali dei ragionieri e dei dottori commercialisti.

I lavori sono stati moderati dal Dott. Piero D’Angelo, noto commercialista e socio Lions che rappresentava l’ordine che fa capo al tribunale di Marsala.

Dopo l’introduzione del Presidente Cervellione si sono avvicendati nei saluti ai presenti il Sindaco della Città Felice Errante ed il Sindaco Fabrizio Di Paola di Sciacca, città in cui si svolgerà un analogo convegno venerdì 7 Marzo.

Il segretario comunale Dott. Elia Maggio ed il dirigente degli uffici tecnici del comune, Ing. Giuseppe Taddeo, hanno aperto i lavori parlando delle Zone Franche Urbane istituite a Castelvetrano.

Relatore principale del convegno è stato il Dott. Ernesto Gatto, rappresentante del CNDCEC (Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili) presso la F.E.E., la Federazione che riunisce gli esperti contabili europei a Bruxelles.
Il Dott. Gatto ha dissertato a lungo sull’argomento delle agevolazioni e dei soggetti ad esse interessati, rispondendo anche a numerose domande degli imprenditori e dei professionisti presenti al convegno.

L’addetto stampa del Lions
Antonio Colaci