La comunità di Castelvetrano piange la scomparsa di Vito Marino, venuto meno all’affetto dei suoi cari a causa di un male contro il quale combatteva da diversi anni. Marino, classe 1940, era un cultore della storia e delle tradizioni di Castelvetrano ed è stato un sostenitore del nostro giornale d’informazione fin dalla sua messa online. Portano infatti la sua firma decine di articoli pubblicati tra il 2008 ed il 2014. Diplomato ragioniere, Marino ha frequentato la facoltà di Economia e Commercio, senza conseguire la laurea. Pensionato delle Ferrovie dello Stato, ha dedicato gran parte della sua vita alla pittura, alla poesia, alla narrativa in vernacolo, alla ricerca delle tradizioni popolari siciliane e alla ricerca storica.

Per la poesia ha partecipato a vari concorsi, riscuotendo per sei volte il primo premio a Castelvetrano, Monreale, Bagheria, Vittoria e Partanna. Per la narrativa ha riscosso per tre anni consecutivi il I premio al “Concorso Artistico Provinciale” indetto dal CRAL-SIP di Trapani. Nel 2013 ha pubblicato il testo “Sicilia scomparsa” uno spaccato delle tradizioni di Castelvetrano, con fatti ed episodi visti o vissuti in prima persona durante la giovinezza o sentiti raccontare da persone anziane. E’ stato sempre fiero di essere nato a cavallo fra la vecchia civiltà contadina, scomparsa intorno agli anni ’50, e la moderna civiltà tecnologica del benessere e del consumismo.

Ho cercato di onorarti per come meglio mi riusciva – scrive sui social il figlio Filippo – ho lottato contro la burocrazia senza cuore, contro chi era restio a compiere il proprio dovere nel darti dignità nella sofferenza. All’ospedale di Palermo ti hanno abbandonato e lasciato al tuo destino ma tu hai lottato come un leone contro il male fino all’ultimo respiro. Addio papà, ho vegliato su di te mentre il tuo calore lasciava questa vita, in quelle ore, mentre tenevo le tue mani che tanto hanno lavorato, ho visto tutti i passi compiuti insieme. Sarai sempre e per sempre il mio eroe perché mi hai insegnato a lottare in silenzio e con dignità contro ogni avversità ma soprattutto a rialzarmi ed andare avanti con determinazione”

Riproponiamo un documentario sulla storia dei festeggiamenti legati al Santo Patrono della città di Castelvetrano, realizzato da Arianna Maniscalco con la collaborazione di Vito Marino.