L’impegno profuso dalla Polizia di Stato a protezione delle fasce deboli e delle vittime di violenza di genere, ha permesso nel corso delle attività del controllo del territorio, disimpegnata dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico – Squadra Volante – della Questura di Trapani, di assicurare alla giustizia S. S. classe 1979, gia’ noto alle Forze dell’ordine per i suoi trascorsi giudiziari.

In particolare, la scrupolosa attivita’ di riscontro dei fatti venuti alla luce di seguito a specifico intervento della volante per lite familiare e alle tempestive assunzioni delle informazioni acquisite dalla stessa vittima e dai testimoni, permetteva in tempi brevissimi, di ricostruire una triste vicenda connotata da reiterate violenze domestiche commesse dallo S. nei confronti della propria madre, anziana e malata, da tempo soccombente alle incessanti richieste di denaro, malgrado l’esigua disponibilità economica.

A tale rifiuto l’anziana donna era costretta a subire ogni sorta di violenza fisica e psicologica, trovando nel suo dolore la forza di chiedere aiuto alla Polizia di Stato.

La vicenda veniva segnalata tempestivamente all’Autorita’ Giudiziaria in sede, che emetteva in tempi brevi apposita misura cautelare, disponendo la carcerazione dell’uomo, quale unico deterrente all’agire violento dimostrato dallo stesso.

Per effetto della predetta misura cautelare per lo S. S., nella giornata di ieri, si sono aperte le porte del carcere cittadino.
Polizia di Stato
COMUNICATO STAMPA