ASCOLTA L'ARTICOLO

Nei giorni scorsi sono stati notificati ad altrettanti cittadini residenti a Salemi dei provvedimenti di Divieto di accesso alle aree urbane (cd. DASPO Urbano) emessi dal Questore di Trapani. I provvedimenti in argomento sono stati emessi nei confronti di quattro giovani (di cui un minorenne) che di recente si erano resi responsabili di una violenta rissa avvenuta nei pressi di un esercizio pubblico nel centro della cittadina salemitana, scaturita da futili motivi e sedata solo grazie all’arrivo dei Carabinieri che, successivamente, hanno inoltrato al Questore di Trapani la proposta di adozione del provvedimento.

Al termine dell’istruttoria, effettuata dalla Divisione di Polizia Anticrimine della Questura, è stato applicato il provvedimento DASPO Urbano. Ai predetti, già denunciati per il reato di rissa, è stato fatto divieto di frequentare, accedere, transitare o sostare per un anno (6 mesi per il minorenne) nell’area del centro cittadino ove sono successi i fatti e presso i pubblici esercizi ivi insistenti. La violazione del provvedimento in parola viene sanzionata con la reclusione da 6 mesi a 2 anni e con la multa da ottomila a ventimila euro.

AUTORE.