Essepiauto

Mi raccomando il calcestruzzo deve essere oro. Si recupera da domani”. Questo è il testo dell’intercettazione telefonica che, insieme agli altri elementi di prova raccolti, dimostra che per costruire il porto di Balestrate è stato utilizzato calcestruzzo depotenziato.

La frase, letta durante la conferenza stampa di stamattina dal capo della Procura di Palermo, Francesco Messineo, era stata registrata a poche ore dai test della commissione di collaudo, tra l’imprenditore fornitore del calcestruzzo per la realizzazione dell’opera, Benedetto Valenza e il capocantiere Filippo Grancagnolo. Quindi soltanto in occasione delle verifiche veniva gettato quello “a regola d’arte”, mentre nel lavoro di cantiere di tutti i giorni si utilizzava materiale scadente al fine di ottenere un maggior profitto.

Alla conferenza stampa in Procura sono intervenuti, oltre al procuratore Messineo, anche il generale Teo Luzi, comandante provinciale dei Carabinieri, il colonnello Pietro Salzano, comandante del gruppo di Monreale e il maggiore Dino Incarbone, alla guida della Compagnia di Partinico. Proprio i carabinieri di Partinico hanno effettuato le indagini che hanno condotto agli arresti.


Sono sette le persone arrestate e attualmente ai domiciliari coinvolti nell’indagine “Benny”: L’imprenditore Benedetto Valenza, 50 anni, Filippo Grancagnolo, 65 anni, di Piazza Armerina (Enna), capocantiere, Leonardo Tallo, 48 anni, ingegnere dell’ufficio del Genio Civile Opere Marittime di Palermo e direttore dei lavori, Giuseppe Jaforte, 62 anni, e Giovanni Battista Rubino, 68 anni, entrambi membri della commissione collaudo statico nominati dall’assessorato regionale del Turismo Antonino Turriciano, 54 anni, Pietro Sacco, 63 anni, entrambi assistenti del direttore dei lavori.

La gara, il cui iter era iniziato nel 1998, è stata finanziata dall’assessorato regionale al Turismo con 9.748.244,11 euro. Valenza, sostengono gli inquirenti, aveva partecipato con la ditta “Camilli Flora”, a lui riconducibile e già oggetto di sequestro nella precedente operazione dei carabinieri di Palermo.

leggi tutto l’articolo su BlogSicilia.it

Claudio Porcasi
per BlogSicilia.it