«Non abbiamo risorse economiche sufficienti per poter intervenire sul guasto dell’Istituto alberghiero di Castelvetrano, così come in altri istituti in provincia». A dichiararlo è l’architetto Antonino Gandolfo che si occupa di edilizia scolastica per conto del Libero Consorzio Provinciale di Trapani. È di competenza dell’ex Provincia la gestione degli immobili degli istituti superiori in provincia.

A Castelvetrano, nonostante un anno e mezzo fa i tecnici sono intervenuti per l’impianto di riscaldamento, una linea si è guastata e alcune classi sono senza termosifoni funzionanti. «Per ripararla ci vogliono 50 mila euro» ha chiarito l’architetto Gandolfo. Soldi che, però, il Libero Consorzio Provinciale non ha.

Gli studenti (una delegazione di poco più di 100 allievi su una popolazione studentesca molto più numerosa) stamattina hanno protestato sfilando per alcune vie e poi davanti il Comune di Castelvetrano, dove alcuni di loro stati ricevuti dal Commissario Salvatore Caccamo. La competenza per intervenire rimane, però, dell’ex Provincia. Che non ha soldi. Intanto la dirigenza dell’Istituto si è attivata, nei limiti del possibile, per far intervenire gli stessi manutentori interni.