Pubblichiamo di seguito la lettera aperta di Enza, una lettrice che vive durante la stagione estiva a Marinella di Selinunte

Sono una cittadina “residente estiva” a Marinella di Selinunte, in Via Marco Polo e in questi giorni assisto all’inversione del percorso di marcia degli autoveicoli provenienti da Castelvetrano e mi chiedo in base a quale logica sia, stato operato tale cambiamento.

Certo non per agevolare il traffico, che così risulta molto più intasato, costringendo tutte le auto a confluire nella via Marco Polo, con danno notevole per i pedoni che si recano al mare e per gli abitanti costretti a respirare il doppio dei gas di scarico.

Non agevola neanche le attività dei lidi e dei ristoranti con i tavoli ai margini della strada. Non agevola i provenienti da Castelvetrano, costretti a fare tutto un circuito artificioso per scendere nella via Scalo di Bruca.

A chi giova? Qualcuno, o chi di competenza, se l’è chiesto? O si fa di tutto per danneggiare Selinunte? E che dire della svolta obbligatoria a sinistra alla fine di via Caboto per proseguire per Castelvetrano? Un invito ad un altro giro panoramico?