Via le barriere in cemento. Una spostata e l’altra fatta rotolare nel terreno a fianco. Chi è stato l’autore non si sa, ma sta di fatto che i due New Jersey collocati all’ingresso del prolungamento di via Sapegno a Castelvetrano, sono stati rimossi, dando così via libera all’ingresso alle tre abitazioni dove vivono le famiglie Calia, Dridi e D’Angelo. La paradossale vicenda l’abbiamo racconta sul nostro giornale qualche giorno addietro. I due massi erano stati sistemati dalla ditta incaricata dall’Agenzia regionale del Demanio, durante i lavori di bonifica dell’ex aeroporto militare di Castelvetrano.

Quei due blocchi, in effetti, erano stati collocati su progetto dei tecnici, ma quella via conduce solamente a quelle tre abitazioni che i residenti, in questi anni, hanno raggiunto attraversando l’ex campo d’aviazione. Mai nessuno li ha bloccati; poi, qualche settimana fa, si sono ritrovati con la strada sbarrata dai blocchi in cemento. I residenti delle case intorno all’ex campo di aviazione si sono già rivolti alla Polizia municipale che sta seguendo la vicenda, tenendosi in contatto con l’Agenzia del Demanio.