Sono giunte numerose segnalazioni alla nostra redazione oggi pomeriggio circa la presenza di alcuni veicoli militari in volo sopra Castelvetrano. Un’attività sicuramente inusuale. A fare chiarezza ci ha pensato l’Aeronautica Militare che aveva preannunciato l’esercitazione “Personnel Recovery Week” in programma da oggi fino al 28 novembre.

Caccia Eurofighter, elicotteri e forze terrestri si stanno addestrando al recupero di militari rimasti isolati in aree di operazioni. “Uno scenario esercitativo – si legge in una nota – come quello offerto dalla “PR-Week 19-01” permetterà la massima integrazione tra i velivoli ad ala fissa e quelli ad ala rotante, sia con le forze di estrazione, sia con i sistemi di comando e controllo aerotrasportati.

L’esercitazione rappresenta un’opportunità unica di addestramento che sta consentendo di testare e implementare in maniera efficace tutte le procedure applicabili in caso di reali missioni di recupero”. In questi giorni sono quindi previste in tutta la Sicilia, attività addestrative diurne e pomeridiane che prevedono anche voli a bassa quota dei caccia Eurofigher e atterraggi fuoricampo degli elicotteri HH-139A in aree demaniali già identificate e autorizzate. Le forze sul campo raggiungono, invece, con veicoli fuoristrada le aree di recupero che sono state localizzate lontane dai centri abitati nei comuni di Trapani, Palermo, Agrigento e Caltanissetta: le tre aree di operazioni sono denominate “Baka”, “Ponch” e “Cash”.

Partecipano all’esercitazione cinque F-2000 Eurofighter del 4°, 36°, 37° e 51° Stormo, due elicotteri HH-139A del 82° Centro e del 83° Gruppo Combat SAR, un velivolo CAEW del 14° Stormo, Fucilieri dell’Aria e Incursori, rispettivamente, del 9° e del 17° Stormo.