Tra e oggi domani dovrebbero partire le prenotazioni per circa 500 mila siciliani tra i 70 e i 79 anni. Lo ha detto l’Assessore regionale alla salute Ruggero Razza. A questa altra fascia di popolazione verrà somministrato il vaccino AstraZeneca. Come scrive oggi il Giornale di Sicilia, gli elenchi degli aventi diritto sono già stati acquisiti dalle Poste e caricati sulla piattaforma adibita alle prenotazioni: adesso la Regione dovrà comunicare quanti appuntamenti potranno essere fissati in ogni provincia ma il loro numero varierà a seconda alle dosi di vaccino disponibili.

Il vaccino AstraZeneca, però, non potrà essere somministrato a chi soffre di patologie gravi, quindi l’elenco degli aventi diritto potrebbe essere ridotto. Il farmaco, inizialmente riservato al personale del mondo della scuola, alle forze dell’ordine e alle forze armate è stato esteso anche agli appartenenti ai cosiddetti «servizi essenziali» e agli over 65. Di fondo rimane la criticità delle scorte di vaccino: quelli stoccati nei congelatori dell’isola sono destinati ai richiami e a completare la vaccinazione agli over 80 che sono 340 mila (compresi 120 mila che attendono ancora la vaccinazione a domicilio).

Attualmente in Sicilia si può prenotare il vaccino tramite i canali di Poste Italiane attraverso il web all’indirizzo «prenotazioni.vaccinicovid.gov.it», dal sito della Regione Siciliana, dal portale «siciliacoronavirus.it» e da tutti i siti delle aziende del sistema sanitario regionale ma anche telefonando al call center al numero verde 800.00.99.66 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 (esclusi sabati e festivi), con i Postmat e grazie ai palmari dei portalettere. Per la prenotazione basta comunicare il numero della tessera sanitaria e il codice fiscale, una volta all’hub vaccinale si dovranno consegnare i moduli per il consenso, per il trattamento dei dati personali e per l’autocertificazione oltre al questionario con le informazioni sul proprio stato di salute che sarà esaminato dal medico prima di autorizzare la vaccinazione.