ASCOLTA L'ARTICOLO

Lunedì 11 aprile alle ore 17:30 si è tenuta un’importante conferenza sul tema Bullismo e Cyberbullismo presso l’Auditorium del 2° circolo Ruggero Settimo di Castelvetrano organizzata dalle associazioni Unitre e Fidapa insieme al 2° Circolo e alla Dirigente Maria Luisa Simanella. Finalmente dopo due anni di pandemia la scuola ha potuto aprire i propri battenti per ospitare genitori e alunni e tutte le personalità intervenute in un clima sereno e gioioso, pur rispettando le stringenti norme anticovid, così ha commentato la dirigente M.Luisa Simanella porgendo i saluti di benvenuto. Promotore dell’iniziativa il presidente dell’Unitre Castelvetrano- Selinunte Peppe Ancona che ha coinvolto la presidente della Fidapa Caterina Salvo nella sensibilizzazione di genitori e alunni verso il Bullismo anche in rete che si sta manifestando come un fenomeno sempre più dilagante e pericoloso. Mattatore dell’incontro lo scrittore Enzo Randazzo che si è occupato di gestire i numerosi interventi degli alunni della scuola che incalzavano i relatori con le loro domande. La dott.ssa Enza Ippolito è intervenuta per prima informando la platea della rilevanza dello sportello d’ascolto antiviolenza che da poco è presente anche a Castelvetrano. La dott.ssa Alba Di Giorgi psicologa e psicoterapeuta ha cercato con parole semplici di far capire ai bambini quanto sia importante l’ascolto dell’altro: cercare di individuare i primi segnali di disagio può significare già mettere la vittima di bullismo nelle condizioni di potersi aprire anche con i compagni o gli amici, consentendo agli adulti di intervenire prontamente. Ha focalizzato il suo intervento sull’importanza della relazione e del dialogo tra genitori e figli e di quanto sia determinante non giudicare l’altro ma accoglierlo e proteggerlo. La dott.ssa Anna Rita Armato, avvocato e responsabile dell’associazione “Co-Tu-Le-Vi” volontaria dello sportello d’ascolto antiviolenza del territorio di Santa Margherita Belice, ha sottolineato che tutte le manifestazioni del bullismo in termini di violenza verbale, insulti, percosse, ecc…siano in realtà reati contro la persona e che a pagarne le conseguenze possono essere non solo i bulli ma anche i loro genitori, è importante , pertanto, agire prima con la prevenzione e la sensibilizzazione. La Dott.ssa Antonella Ardizzone, psicologa e psicoterapeuta dello sportello antiviolenza- Inner Wheel Distretto Sciacca terme, ha dialogato con i bambini sensibilizzandoli sull’uso responsabile della rete e sulla scelta condivisa con i genitori dell’uso di internet e dei suoi programmi, consigliando ai genitori di essere sempre vigili nei confronti dei figli. Infine, è intervenuta l’insegnante Ignazia Signorello, referente Bullismo che ha sottolineato come la scuola Ruggero Settimo sia all’avanguardia nell’azione di prevenzione di tali fenomeni, accogliendo iniziative a livello ministeriale che l’hanno resa protagonista di riconoscimenti importanti. La conferenza si è conclusa con la visione di video realizzati dai bambini per la giornata del’Internet Safer Day.  

AUTORE.