Essepiauto

Presto Castelvetrano potrebbe avere una vera e propria “banca del tempo”. Dopo la proposta del giovane Claudio Sesto (clicca qui per l’articolo) che, la scorsa settimana, tramite il nostro giornale, aveva lanciato l’idea, ieri è stata presenta una mozione da parte dei consiglieri comunali del gruppo “Obiettivo Città”.

Pubblichiamo di seguito il testo integrale della mozione:

“I sottoscritti Consiglieri comunali Viola Vincenza, Calogero Martire , Salvatore Stuppia e Giuseppe Curiale aderenti al Gruppo Consiliare Obiettivo Città, ai sensi dell’art.57 Regolamento C.C., fanno presente che:

Le Banche del Tempo realizzano una concreta attuazione dei principi di eguaglianza e di solidarietà tra i cittadini, riconosciuti negli artt. 2 e 3 della Costituzione, poiché contribuiscono a realizzare e a diffondere nuove forme di aiuto reciproco, utilizzando come unità di misura delle attività scambiate un’ unità universale e identica per tutti: il tempo.

Un Agorà dove le persone si mettono insieme, si contattano per scambiare servizi e saperi d’ogni tipo e attuano l’aiuto basato sull’azione di reciprocità (dare, ricevere e ricambiare) , che hanno il piacere di apprendere qualcosa che hanno sempre desiderato e la volontà di dare parte del proprio tempo e di mettere le proprie capacità al servizio della comunità.

La Banca del tempo e delle abilità nello specifico considerato che:
Serve a valorizzare le capacità e il sapere, le tradizioni e le culture che non hanno valore di mercato.

A conoscere la gente del proprio luogo e a recuperare il rapporto sociale alla pari, basato sulla relazione di reciprocità e solidarietà. L’azione di reciprocità è alla pari: tutti i servizi scambiati all’interno della Banca del Tempo hanno pari dignità.
Il sistema serve a creare legami ma non garantisce circa la qualità dei servizi prestati, che ognuno, nel rispetto dell’azione di reciprocità, avrà interesse a curare. Non sussistono obblighi relativi alla disponibilità del proprio tempo ed alla scelta della persona a cui offrire il proprio servizio, l’azione è libera e volontaria.
Non circola nessuna forma di denaro in quanto le prestazioni e gli scambi sono totalmente gratuiti.

Premesso che
La nostra realizzazione come essere umani non ha bisogno di essere condizionata dal denaro. L’idea che sta alla base di una BANCA DEL TEMPO non è quella di promuovere articoli o servizi, bensì l’aiuto reciproco al fine del raggiungimento di un senso di vita superiore, mediante la comprensione e lo scambio giusto. In un periodo in cui il denaro è collocato in testa, sostengo che è possibile rimpiazzare la competizione sterile, il lucro e la speculazione, con la reciprocità tra le persone.
Saper dare è tanto importante quanto saper chiedere. L’aggregazione delle offerte e delle richieste di tutti GLI ADERENTI formerebbe un foglio informativo dal quale, di volta in volta, ognuno potrà attingere le cose che vorrebbe ricevere o aggiungere nuove offerte. Ricordiamo che la banca del tempo non fa parte dell’economia di mercato, appartiene alla sfera della solidarietà e reciprocità, aiuta a rivelare talenti e capacità nascoste.
Passare dalla Banca del tempo a quella delle Abilità è semplice considerando che le persone che mettono il proprio tempo a disposizione , mettono inevitabilmente a disposizione anche le loro competenze e le loro abilità a seconda delle necessita;
VISTO CHE
Molte amministrazioni comunali in Italia e all’estero utilizzano con successo questo metodo e che il Comune di Castelvetrano si trova in Dissesto economico – finanziario
PROPONGONO LA PRESENTE MOZIONE di INDIRIZZO al fine di I M P E G N A R E l’Amministrazione di governo e della Città
Ad istituire presso gli uffici comunali una Banca del Tempo e delle abilità suddivisa in aree tematiche , a cui tutti i cittadini volontari residenti o domiciliati nel comune di Castelvetrano possono iscriversi
Ad attivare adeguate forme di copertura assicurativa per tutti gli iscritti alla BDT Comunale
Ad implementare il sito del comune di Castelvetrano di un link per la gestione delle adesioni volontarie e attraverso il quale Tutti potranno disporre dei nomi, dei numeri di telefono, delle informazioni circa le attività e la disponibilità giornaliere ed orarie degli aderenti.

Si chiede l’iscrizione della presente mozione al prossimo C.C. utile .

Con osservanza.

Prima firmataria Viola Vincenza
Curiale Giuseppe
Salvatore Stuppia
Calogero Martire”