ASCOLTA L'ARTICOLO

Deposito Castelvetrano – Foto Ingoglia

Un polo museale ferroviario a Castelvetrano? Se ne è parlato durante il primo tavolo tecnico territoriale che si è svolto a Castelvetrano, in collaborazione con l’associazione “Sicilia in treno”. La volontà del sindaco Enzo Alfano che ha voluto intraprendere questo percorso di discussione, è quello di poter realizzare nell’ex deposito locomotive di Castelvetrano un museo e recuperando l’ex linea ferroviaria a scartamento ridotta sino a Menfi. Questo si potrebbe realizzare in base a quanto disposto dalla legge nazionale 128/2017.

Alla prima riunione del tavolo hanno partecipato diversi attori del territorio (Comune di Menfi, Parco archeologico di Selinunte, Gal “Valle del Belìce”, Gac “Sole e azzurro”, Riserva naturale orientata della foce del Belìce e dune limitrofe, la Rete museale belicina, FAI Gruppo Castelvetrano, Pro Loco Selinunte, “Rotta dei Fenici”, Rotary club Castelvetrano “Valle del Belìce”, Lions Club Castelvetrano. Sono anche intervenuti in collegamento video Alberto Sgarbi, Presidente della Federazione Italiana delle Ferrovie turistiche e Museali, e Anna Donati, portavoce dell’Alleanza per la Mobilità Dolce.

Andrea Bernasconi e Fabio Marineo, presidente e vicepresidente di “Sicilia in treno”, hanno illustrato in dettaglio i due progetti da realizzare, i soggetti che devono essere necessariamente coinvolti, gli ambiti normativi di riferimento e le possibili fonti di finanziamento. L’appuntamento è a seconda seduta del Tavolo territoriale che, stavolta, sarà aperto al mondo della imprenditoria locale, nel corso della quale si illustreranno nuovamente i progetti da condividere.

AUTORE.