Il movimento politico-culturale “ CASTELVETRANO FUTURA- Etica e Libertà”, si è riunito per la consueta assemblea mensile ed a seguito della positiva risoluzione di alcune delle proposte che erano state sottoposte all’amministrazione civica, vuole informarne la cittadinanza.

Innanzitutto un plauso va rivolto al primo cittadino per aver accolto la proposta della riapertura al traffico veicolare della via Paolo Pappalardo per consentire un miglioramento della viabilità veicolare che prevede oggi come unico sbocco dalla zona legno dolce, quel budello della via Giuseppe La Farina.

via pappalardo castelvetrano

In questi anni sono stati molti gli episodi sgradevoli che si sono verificati in quell’arteria che è assolutamente infelice ed impercorribile. Continuare con ostinazione a percorrere quella strada, inevitabilmente, potrebbe portare a qualche grave conseguenza per i pedoni.

Castelvetrano Futura, con l’avallo di quasi tutti i partiti che sostengono la maggioranza del sindaco, aveva proposto l’esclusiva pedonalizzazione della predetta via e la riapertura al traffico della via Pappalardo, come del resto era previsto nel progetto originario del Sistema delle Piazze che venne poi, inspiegabilmente modificato.

Siamo consapevoli che la riapertura sperimentale, disposta in questi giorni, per stessa ammissione del primo cittadino, non è ancora la soluzione ottimale e probabilmente dovrà essere assistita con una serie di piccoli interventi che consentano la messa in sicurezza dell’area prospiciente il teatro Selinus, con la creazione di un cordolo di sicurezza, attraverso l’installazione di alcune fioriere, di alcuni posti auto per la sosta da 15 minuti per consentire l’accesso alle attività commerciali ivi presenti,da collocare anche nelle vie prospicienti e la presenza costante di un agente di polizia municipale.

via-pappalardo-sistema-piazze

Un altro successo del movimento, condiviso poi anche dagli altri partiti della maggioranza che hanno espresso il loro parere favorevole è lo stanziamento dei fondi per l’allestimento e la successiva apertura di un museo Etno-Antropologico, curato dalla nostra presidente , prof.ssa Arianna Maniscalco, consulente del Sindaco per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio etno-antropologico presso i locali del Collegio di Maria. Detto museo oltre all’indubbio arricchimento dell’offerta culturale della nostra città, otterrà un duplice obiettivo quello della conservazione della memoria delle nostre tradizioni che altrimenti saranno destinate all’oblio, e costituirà un motivo di richiamo e di ripopolamento per il centro storico.

Non va trascurato, in tal senso, anche il trasferimento di alcuni uffici, da altri locali comunali al sistema delle piazze che hanno avuto l’indiscutibile merito di riportare centinaia di cittadini a tornare a vivere il centro storico.

Sempre a proposito delle bellezze del Centro storico e delle tante chiese che vi insistono e che sono tristemente chiuse, il Movimento rivolge un plauso al nuovo arciprete della città. Don Giuseppe Undari che ha disposto l’apertura pomeridiana delle chiese di cui è responsabile, consentendo ai turisti ed anche ai fedeli, di tornare a vivere i principali luoghi di culto. Si è parlato anche dell’apertura della chiesa della Sacra Famiglia, nella borgata di Triscina, che l’Amministrazione ha inaugurato quest’estate, venendo incontro alle tante richieste che pervenivano da fedeli che lì risiedono tutto l’anno e lamentavano la mancanza di un luogo di culto nel periodo invernale.

Infine si è programmata l’inaugurazione della nuova sede del Movimento, che si trova in via Ugdulena, all’intersezione con la via Vittorio Emanuele, che avverrà lunedì 01 dicembre alle ore 20.00.

Comunicato Stampa
Il direttivo di Castelvetrano Futura