Oggi più di prima i tempi sembrano restringersi e ritagliarsi del tempo persino per mangiare diventa una impresa da Titani. Così la velocità prende il posto della salute e i fast food sembrano diventare la miglior soluzione per poter ricavare mezz’oretta del proprio tempo per il pranzo o la cena.

I cibi precotti, fritti o surgelati sono diventati ormai un’abitudine culinaria di cui non abbiamo neppur consapevolezza , abitudini però che nel nuovo millennio sono tra le cause principali di patologie quali ipertensione, sindrome metabolica e persino cancro.

Così i Leo quest’anno sociale hanno deciso di intervenire in questo campo grazie al progetto “Conosci ciò che mangi?” il cui obiettivo principale è educare i bambini e ragazzi di scuole elementari, medie e superiori ad una sana e corretta alimentazione.

Il Leo Club Castelvetrano ha preso a cuore il progetto realizzando sabato pomeriggio del 18 Novembre un piccolo orto presso la casa famiglia “Il Gabbiano” di Castelvetrano. Attività che ci ha permesso di sfuggire ai ritmi frenetici delle giornate lavorative e assaporare lentamente il tempo trascorso a preparare la terra che avrebbe accolto alcune piantine di lattuga e semi di fave. Abbiamo scelto per l’appunto ortaggi di stagione, per insegnare ai più piccoli che la frutta e la verdura hanno una loro stagionalità che va rispettata e che mangiar sano richiede tempo e cura dell’ambiente.

La compagnia e l’affetto dei più piccoli ha regalato al momento certamente tutto un altro sapore. La spensieratezza, la curiosità e la gioia nel realizzare il piccolo orto sono stati gli ingredienti principali per la crescita (si auspica) rigogliosa delle piantine.

Giovanna Agate, Presidente Leo Club Castelvetrano