Il Sindaco della città di Castelvetrano, Avv. Felice Errante , invita la cittadinanza a partecipare alla manifestazione che si terrà domenica 02 giugno alle 10.00 in Piazza Giacomo Matteotti.

ius soli castelvetranoSarà infatti celebrata la Festa della Repubblica che ne commemora il 67° anniversario. I festeggiamenti, che prevedono una sobria cerimonia con la deposizione di una corona di alloro davanti al Monumento ai Caduti di tutte le guerre, sono stati introdotti per la prima volta lo scorso anno dal sindaco Errante ha deciso di festeggiarla nel segno dell’apertura al territorio e alla cittadinanza e, soprattutto, ai giovani perché, attraverso varie forme partecipative, comprendano il senso profondo e l’altissimo valore etico e storico di una ricorrenza non solo celebrativa ma intesa quale momento di riaffermazione e diffusione degli altissimi valori di cui la nostra Costituzione è portatrice.

Alla manifestazione prenderanno parte i bambini del coro del II Circolo Didattico della Scuola Ruggero Settimo, che intoneranno l’inno di Goffredo Mameli, i rappresentati delle forze dell’ordine presenti in città, oltre che il primo cittadino, la Giunta Municipale ed i componenti del Consiglio Comunale .

Quest’anno la manifestazione prevede anche la consegna della cittadinanza onoraria simbolica, in coerenza con i principi dello Ius Soli, ai minori residenti in questo Comune, nati in Italia da genitori stranieri. Il sindaco consegnerà ad ognuno dei nuovi “ concittadini” un attestato ed una copia della Costituzione Italiana.

L’iniziativa nasce dalla proposizione, da parte della VI Commissione Consiliare Permanente, di una mozione d’indirizzo, che era stata poi approvata dal massimo consesso civico, che impegnava l’Amministrazione ad attivare tutti gli atti e le procedure necessarie a sostegno del riconoscimento della cittadinanza italiana per Ius Soli ai figli nati in Italia, da entrambi genitori stranieri regolarmente residenti, ed ai ragazzi arrivati in Italia da adolescenti, ai figli di cittadini non italiani regolarmente residenti, alle condizioni che verranno stabilite in Parlamento.

Recentemente, con una nota congiunta, anche il presidente del locale Club Unesco, Nicolò Miceli, ed il responsabile del Comitato Cittadino Unicef, Esther Clemente, avevano comunicato di aderire alla mozione predetta, lavorando alla realizzazione della manifestazione che si terrà domenica. L’Amministrazione, rilevato che la nostra città conta un congruo numero di minori nati e qui residenti, figli di cittadini stranieri, ha deciso di riconoscere la cittadinanza simbolica onoraria ai minori residenti, figli di genitori stranieri, promuovendo la predetta cerimonia