Essepiauto

L’ultimo video della cantautrice castelvetranese Francesca Impallari è stato selezionato per il concorso “Sanremo Videoclip Award”

Lo scorso 8 febbraio infatti al “Rolling Stone Cafè” di Sanremo, davanti al presidente di giuria M.Vince Tempera è stato selezionato il videoclip “Che uomo sei” alle semifinali nazionali che si svolgeranno a Roma tra ottobre e dicembre.

Ospiti d’ eccezione al “Sanremo videoclip AWARD”: Vince Tempera presidente di giuria, Max Corfini (voce e tastiere dei new Trolls), Andrea Febo (uno degli autori del brano di Ermal Meta e Fabrizio Moro), Massimo Gentili ( corista di Andrea Bocelli).

Francesca Impallari è autrice di musica e testo insieme alla figlia Martina Pagliarello con gli arrangiamenti di Gaspare Federico e la regia di Fabio Pannetto. L’artista desidera ringraziare l’associazione Naschira Produzioni di Virginia Barrett per l’ organizzazione.

CHE UOMO SEI – “Un testo semplice ma forte che non avrebbe potuto mai avere questa enorme forza d’impatto, se non fosse stato raccontato con la semplicità con cui un colpo é destinato ad arrivare dritto all’ascoltatore: dritto con una grande forza d’ impatto”

Una violenza raccontata, non dal cinema o da un notiziario, ma dalla bocca della vittima, in cui l’autrice s’incarna, al punto tale da farci percepire un intero mondo di sfumature emotive.
Non é solo la violenza subita ad essere raccontata, anzi, l’atto in sé, rischia di passare in secondo piano, rispetto a tutte le implicazioni psicologiche che si leggono fra le righe.
“Hai distrutto tutto ció che era vero…” contiene tutto il passaggio dall’infanzia all’essere adulto, un passaggio fatto nel modo sbagliato che ti accompagnerà, inesorabilmente, nella stanza della solitudine, condivisa con “i sogni gettati nel buio…” dove “non c’é via d’uscita…nessuno mi ascolta…” con l’incancellabile ricordo delle
“tue mani su di me
ma non per amarmi
ma solo per ferirmi
perché sono una donna…”

Francesca ha raccontato con le sue parole una storia, una delle tante storie di violenza che purtroppo tante donne sono costrette a subire e che solo un cuore emotivo come il suo poteva fare , con una musica che non poteva accompagnare un altro testo, ha veicolato un messaggio semplice che, riesce a divenire complesso, per chi si sente di non passar dritto e fermarsi almeno un attimo a pensare…

Stefano Elia

Testo e musiche di Francesca Impallari e Martina Pagliarello
Arrangiamenti di Gaspare Federico

Regia di Fabio Pannetto
si ringraziano le comparse : Simona Ferri, Dario Vallone, Giorgia Blunda i ballerini Tony Ingraiti e Agata Cusumano