ASCOLTA L'ARTICOLO

C’è anche la voce di alcuni non vedenti della provincia di Trapani tra il fronte che si è schierato per firmare la petizione su Change.org, chiedendo chiarimenti sulla posizione del Presidente nazionale dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti Mario Barbuto. Quest’ultimo è candidato con la Lega al Collegio uninominale di Palermo e si è autosospeso dalla carica presso l’Unione italiana ciechi. «Non c’è nessuna violazione dello Statuto a livello formale – spiega Giuseppe Gucciardo, non vedente di Campobello di Mazara – ma siamo convinti che questo danneggi la nostra associazione e che possa minarne fortemente la credibilità, venendo meno quella terzietà che, per Statuto, la caratterizza e le permette di dialogare con tutte le forze politiche e le istituzioni locali e nazionali».

Tra i non vedenti c’è chi ha lanciato una petizione online su Change.org, chi ha scritto al vice Presidente dell’UIC, chiedendo le dimissioni di Barbuto e, soprattutto, una presa di posizione dell’intero Consiglio che attualmente risulta spaccato. «Il dissenso è diffuso – spiega ancora Gucciardo – e considerato che la petizione “La cecità non ha colore” ha superato più di 1500 firme, ci si auspichiamo una presa di coscienza della vicepresidenza proprio sulla scelta fatta dal Presidente».

AUTORE.