La strada è in discesa e per un diversamente abile in carrozzina raggiungere, autonomamente, l’Ufficio postale di Santa Ninfa è impossibile. La denuncia arriva da Francesca Vaccara che già, qualche mese fa, dalla trasmissione “Striscia la notizia” aveva lamentato l’assenza dello scivolo per i disabili proprio all’Ufficio postale della sua città. Gli uffici tecnici delle Poste Italiane sono subito intervenuti ma il problema non si è risolto. Perché seppur la barriera del marciapiede è stata abbattuta, rimane il fatto che l’Ufficio (in un immobile in affitto) si trova su una strada con una forte pendenza.

«Io dovrei parcheggiare nel posteggio di fronte e arrivare autonomamente dall’altra parte della strada dove si trova l’Ufficio – spiega Francesca Vaccara ai microfoni di CastelvetranoSelinunte.it – ma come faccio se non ho l’aiuto di qualcuno?». L’intervento d’adeguamento fatto da Poste Italiane «si è risolto in un fiasco completo» dice il sindaco Giuseppe Lombardino. Ed è saltata fuori una curiosità non da poco: il Comune a Poste Italiane da più di vent’anni ha assegnato un terreno in via Dante, che si trova in una zona pianeggiate. Terreno recintato e rimasto incolto e in disuso.