Uccidere o catturare le meduse al mare è un reato. L’articolo 544 ter del Codice penale prevede infatti che chiunque maltratti o uccida un animale sia punibile con il carcere da 3 a 12 mesi, o con una multa da 3 a 15mila euro. La Cassazione ha confermato che questo articolo del codice penale è riconducibile non solo a lesioni fisiche, ma anche a sofferenze di carattere ambientale, comportamentale, etologico.

Ecco allora che prelevare una medusa dall’acqua, e lasciarla sulla spiaggia a sciogliersi, come fanno ogni giorno migliaia di persone sui litorali di tutto il mondo, è un reato.

Cosa fare in caso di incontri con le meduse? Innanzitutto è bene allontanarsi, tornare a riva e avvisare gli altri bagnanti. Se invece vi imbattete in qualche persona che con retino o secchiello preleva le meduse e le lascia morire sulla battigia, sarebbe bene avvisarla che sta compiendo un reato. Promuovere un atteggiamento del genere, di salvaguardia di tutte le specie animali, è fortemente educativo soprattutto nei confronti dei bambini.