Assolto dall’accusa di truffa aggravata. Protagonista della vicenda giudiziaria è un farmacista di Castelvetrano che il giudice monocratico del Tribunale di Marsala, Matteo Giacalone, ha assolto. A denunciarlo – così come scrive Antonio Pizzo sul Giornale di Sicilia – era stata la nonna, anche lei farmacista, dalla quale aveva acquistato una quota della farmacia di famiglia. Il farmacista è stato difeso dall’avvocato Celestino Cardinale che è riuscito come la denuncia era “strumentale”.

La denuncia della nonna nei confronti del nipote risale al 2014. Come riporta il Giornale di Sicilia in quell’occasione la signora raccontò di avere consegnato al nipote, negli anni tra 2011 e il 2012, dopo avergli venduto la propria quota della propria farmacia, numerosi assegni per oltre 200 mila euro in pagamento di debiti a suo carico, accorgendosi però solo nel 2014 di essere stata, a suo giudizio, raggirata. L’avvocato ha, invece, dimostrato che il nipote ha effettivamente pagato una serie di debiti della farmacia.