Con l’ordinanza n°24 del 2017, la Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo comunica la presenza di presunti ordigni bellici nel territorio di Triscina di Selinunte, tra la strada 101 e la strada 105 a circa 70 metri dalla battigia, su un fondale 2,5 metri.

Per salvaguardare l’incolumità delle persone e la la sicurezza della balneazione, con la medesima ordinanza, si indica la necessità rimozione/distruzione dei presunti ordigni da parte del nucleo artificieri specializzato in operazioni di bonifica, inviato dalla Prefettura di Trapani.

Con decorrenza immediata e fino alla rimozione dei presunti ordigni, nella zona in questione è vietato il transito, la sosta, l’ancoraggio, la pesca (pesca subacquea compresa) e l’esercizio di qualsiasi altro tipo di attività, in particolare la balneazione, per un raggio di 50 metri dall’area indicata.

I contravventori alla presente Ordinanza, che entra in vigore immediatamente, saranno perseguiti a termine di legge e ritenuti responsabili civilmente e penalmente dei danni arrecati alle persone o cose derivanti dal loro illecito operato;