L’allarme è scattato alle ore 18:20, quando giungeva una segnalazione telefonica tramite il Numero Blu 1530 (Emergenza in Mare). Tre persone, impegnate in un’attività di pesca sportiva al largo delle coste mazaresi, sono state sorprese da una avaria ad un componente stagno della loro unità, a causa della quale l’imbarcazione ha iniziato ad imbarcare acqua.

La Capitaneria di porto di Mazara del Vallo ha immediatamente inviato in soccorso la dipendente Unità SAR M/V CP 850 che, nonostante le precarie condizioni di visibilità è riuscita a giungere in pochi minuti sul posto grazie alle indicazioni della Sala Operativa, in costante contatto telefonico con i sinistrati. I tre occupanti, tutti uomini adulti di nazionalità tunisina, sono stati immediatamente soccorsi e condotti in salvo ed in buona salute a terra. Vani i tentativi di salvare anche l’unità che, a causa della grande quantità d’acqua imbarcata, è affondata a circa mezzo miglio dall’imboccatura del porto.