treno castelvetranoIn qualità di coordinatore del Comitato spontaneo dei pendolari della tratta Castelvetrano-Trapani ho ricevuto una locandina, di tre pagine, dal direttore di Trenitalia, ingegnere Maurizio Mancarella con il quadro delle variazioni e delle sostituzione dei treni nella tratta Piraineto-Trapani, per lavori di potenziamento infrastrutturale tra le stazioni di Castelvetrano e Salemi, per problemi di assestamento geotecnico, che sono iniziate il 18 luglio e finiranno il 2 agosto 2015.

Presento il riassunto per la sola tratta Castelvetrano-Trapani,avendo raccomandato a Mancarella di cercare di arrecare il minimo dei disagi ai pendolari, stressati per la calura attuale.

Ecco il quadro:
I treni cancellati: n.8630 in partenza da Trapani alle ore 12,00; n.8636 in partenza da Trapani alle ore 13,42; n.8646 in partenza da Trapani alle ore 19,45; n.8631 in partenza da Castelvetrano per Trapani all ore 8,25. Il treno sostituito con bus il n.8645 in partenza da Castelvetrano per Trapani alle ore 17,10. Infine la comunicazione ricevuta:

“Gli autobus effettueranno le fermate nelle stazioni di arrivo e di partenza dei treni sostituiti. Gli orari potranno subire variazioni in funzione delle condizioni di traffico”.

Quest’ultima comunicazione toglie ogni dubbio alla “nefasta” proposta dell’ Amministrazione di Mazara del Vallo che voleva togliere la linea ferrata da S.Nicola a Miragliano, sostituendola con bus. Nessuna garanzia per gli orari di partenza e di arrivo dei bus. Ho fatto bene ad oppormi a questa proposta mazarese: sui mass media, ovvero in tv, sulla carta stampata e sui giornali online, nel Consiglio provinciale di Trapani, a Palazzo dei Normanni, all’Ars ( Assemblea regionale della Sicilia) e all’ Assessorato ai Trasporti, con tavole rotonde dei vertici di Trenitalia, Rfi vari deputati, sindacati regionali e il sottoscritto.

Fortunatamente l’ Amministrazione di Mazara ha chiuso con questa proposta. Spero, per Mazara del Vallo, Petrosino, Marsala e Trapani progetti, con finanziamenti europei per avere i binari in trincea per risolvere definitivamente il problema dei passaggi a livello.

Per la tratta Punta Raisi- Palermo centrale si stanno completando i lavori con 230 milioni di euro europei, per avere la linea in galleria e in doppio binario, elettrificata. Per la Castelvetrano -Trapani basta percorrere la stessa strada, con i fondi europei: Europa come risorsa e non come disgrazia!

LUNEDI HO CHIESTO A MANCARELLA DI FAR VERIFICARE IL FUNZIONAMENTO DEI CLIMATIZZATORI DI QUESTI VECCHI ALN, RAFFREDDANO FINO A 30 GRADI E NON A 20 GRADI, QUASI TUTTI:TRENI FORNACE.

PER QUESTI ALN HO CHIESTO IO LA CLIMATIZZAZIONE ANNI ADDIETRO.PRIMA FUNZIONAVANO BENE. POI HO CHIESTO DI TENERE IN SOSTA I TRENI A TRAPANI LATO OMBRA E NON AL SOLE, DELLE PENSILINE, RIATTIVANDO IL BINARIO N.3. IN PARTENZA DENTRO SI ARRIVA A 52 GRADI CHE DIVENTANO 30.

Cav. Ing.Gaspare Barraco
(Coordinatore Comitato Pendolari della Ferrovia)