La traduzione certificata è necessaria nel momento in cui occorra presentare un documento privato in un paese estero. Ma a chi richiederla?

La traduzione certificata consiste nella traduzione di un documento privato al fine di presentarlo in forma ufficiale in una nazione differente da quella in cui il documento è stato redatto. La traduzione certificata in Italia può essere svolta da qualsiasi traduttore, poiché non esiste nel nostro Paese una normativa che regoli quest’ambito specifico della traduzione. L’importanza della correttezza della traduzione di un documento destinato a un uso ufficiale però è assolutamente fondamentale: per questo motivo occorre affidarla a un professionista accreditato.

Quando è necessaria la traduzione certificata?

La traduzione certificata è specificamente richiesta in alcuni paesi stranieri, come l’Inghilterra, nel caso in cui un cittadino di un altro Paese sia tenuto a presentare dei documenti ufficiali per determinate procedure.

Nei paesi che comprendono la traduzione certificata nelle loro procedure burocratiche esiste, ovviamente, una categoria di traduttori in possesso dei requisiti e dei permessi necessari a produrre traduzioni di questo tipo.

In Italia, dove non esiste un albo dei traduttori, ogni traduttore professionista è in grado di produrre una traduzione certificata avente valore legale, semplicemente assumendosi la responsabilità della completa aderenza del significato del testo tradotto a quello del testo originale. Al fine di produrre una traduzione certificata, cioè, il traduttore è tenuto a produrre una dichiarazione scritta a cui vengono allegati tutti i suoi dati personali, necessari a contattarlo per permettergli di dare ragione in sede legale di eventuali inesattezze del testo.

Quanto costa la traduzione certificata?

La traduzione certificata in genere costa più della traduzione di un testo standard, e questo a causa di diversi fattori: innanzitutto la completa responsabilità che l’autore della traduzione sarà tenuto a prendersi nei confronti del testo prodotto; in seconda battuta la complessità del documento da tradurre. Molto spesso infatti si richiede di presentare una traduzione certificata di contratti, trattative commerciali, atti costitutivi di aziende o di enti, eccetera.

Come è facile intuire, l’estremo tecnicismo di testi di questo tipo richiede il lavoro di un traduttore competente nel linguaggio legale e che sia in grado di assicurare una perfetta corrispondenza tra i termini del documento originale e di quello tradotto, soprattutto considerando che ognuno di quei termini avrà un certo peso legale nel momento in cui il documento tradotto verrà utilizzato.

L’importanza di scegliere traduttori affidabili

Dal momento che l’Italia non offre riferimenti legali nella scelta di un traduttore accreditato, l’unica maniera per essere certi di entrare in possesso di un documento correttamente tradotto è scegliere il professionista in maniera assolutamente accurata, facendo riferimento a un’esperienza pregressa che sia dimostrabile.

Nel momento in cui fosse necessario richiedere una traduzione certificata la scelta migliore è quella di rivolgersi a un’agenzia professionale di traduzioni che abbia una rete di collaboratori abbastanza ampia da comprendere traduttori che abbiano dimestichezza con un certo tipo di testi e che si siano costruiti nel tempo la credibilità professionale necessaria a svolgere un incarico di responsabilità quale la produzione di una traduzione certificata.

Eurotrad offre da anni un servizio di traduzione certificata di documenti e dispone di una squadra di professionisti dalle competenze molto variegate, in grado di svolgere in maniera rapida, puntuale e precisa la traduzione di qualsiasi tipo di testo.