Questa notte, tra sabato 28 marzo e domenica 29 Marzo ritorna l’ora legale. Lancette avanti di un’ora tra sabato e domenica.  Nella notte, dall’orario segnato dagli orologi meccanici, dalle 2.00 ci si dovrà ricordare di spostare la lancetta direttamente alle 3.00 facendo sì, in questo modo, di essere in regola con i nuovi orari validati dall’entrata  in vigore dell’ora legale. Ora legale che terminerà poi l’ultima domenica di ottobre, cioè il 25.
Nessun spostamento di lancette, invece, per tutti quei dispositivi elettronici quali smartphone, tablet, pc, ecc che provvedono “autonomamente” a fare questo passaggio.

Quest’anno, più degli altri anni, porterà sicuramente minori disagi viste le condizioni di molti italiani costretti nelle loro case per l’emergenza causata dal Covid-19, ma per quanto possa sembrare una sciocchezza, con il rientro dell’ora legale, oltre ad avere una fase di adattamento migliore ai ritmi di vita dettati dalla luce naturale, si avranno anche dei riscontri sul piano economico ed ambientale. Spostandosi le lancette di un ora in avanti, infatti, ritarderà pure l’accensione delle lampadine e, seppur in minima parte, si contribuisce ad avere un minor impatto sull’ambiente e sulla bolletta.

L’ora legale ci “sottrae” sessanta minuti di sonno, ma in compenso ci “regala” giornate più lunghe e luminose.