ASCOLTA L'ARTICOLO

Facendo seguito all’evento di Venerdì 2 dicembre 2022, presso il Baglio Florio del Parco Archeologico di Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria, a partire dalle ore 15.00, dal titolo “Percorsi culturali tra passato e futuro: un’Archeologia per tutti – Archeologia pubblica a Selinunte”, domenica 4 dicembre dalle ore 9 alle ore 12 presso la Collina Orientale del Parco un’altra iniziativa a dimostrazione dello stretto rapporto tra il patrimonio archeologico e la comunità locale. Riprendendo una iniziativa di oltre 40 anni addietro, di cui all’Acropoli resta una lapide a futura memoria, La Rotta dei Fenici – Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa – in collaborazione con l’Ente Parco, il Gruppo Archeologico Selinunte e con il fondamentale contributo dell’IISS “Cipolla, Pantaleo, Gentile” organizzano la Camminata Selinuntina, in occasione del 2650° anniversario dalla fondazione della città.  L’iniziativa ha anche il sostegno di imprese del territorio. 

Numerosi studenti dei Licei Castelvetranesi daranno vita a presentazioni, drammatizzazioni, rievocazioni, danze per raccontare la complessità e la ricchezza della eredità culturale che le vestigia di questa grande città del passato possono evocare. 

40 anni fa, su iniziativa della prof. Angela Calabrese Liotta, gli studenti del Liceo organizzarono un percorso a tappe attraverso l’istituendo Parco Archeologico, uno dei più grandi d’Europa e del Mediterraneo. Oggi molti di loro sono docenti o genitori di studenti dei Licei e intendono rinnovare questa attenzione al Parco in un momento di grande rilancio affinchè Selinunte abbia il giusto riconoscimento della sua importanza non solo in ambito scientifico ma anche turistico culturale e sociale. Spesso gli abitanti di questa parte della Sicilia dimenticano questo patrimonio, molti non lo conoscono nemmeno. Poiché la prima domenica del mese l’ingresso al Parco è gratuito si invitano tutti gli abitanti a visitarlo e a testimoniare il loro legame almeno emozionale con uno dei luoghi più straordinari che la cultura europea e mediterranea possono menzionare. Seguendo i principi della Convenzione di Faro (2005) sul “Valore del Patrimonio culturale per la Società”, saranno dunque gli stessi abitanti e visitatori a dichiarare Selinunte patrimonio di grande pregio per l’Umanità. L’Ente Parco, che si configura sempre più come hub del territorio, sta studiando altre iniziative per rafforzare il legame tra patrimonio e comunità, a partire dalla Camminata Selinuntina. Si ricorda che il Parco comprende anche la Cave di Cusa, il Castello Grifeo di Partanna, Pantelleria e il Museo del Satiro di Mazara, un patrimonio di livello internazionale conosciuto e apprezzato, pertanto adesso tocca anche ai cittadini residenti nel comprensorio e ai visitatori contribuire concretamente affinchè questo immenso attrattore culturale divenga perno di un sistema di sviluppo dell’area partendo dal proprio prestigioso passato e dalla identità che da questo ne consegue all’intera comunità. 

email: info@fenici.net

Sito ufficiale: www.fenici.net

AUTORE.