Nel suggestivo sito dei Ruderi di Poggioreale, in provincia di Trapani, nel rispetto delle procedure di contenimento del rischio da Covid-19 si è svolta un’esercitazione di soccorso in ambiente urbano con lo scopo di testare, in uno scenario di emergenza, un sistema di comunicazione satellitare in grado di garantire la trasmissione dati e dei flussi di comunicazione nel caso di interruzione delle linee fisse e di rete cellulare anche in contesti di emergenza e in ambienti particolarmente ostili.

È stata simulata l’evacuazione con tecniche SAF (Speleo Alpino Fluviali), di due persone rimaste bloccate ai piani superiori di un edificio parzialmente crollato a seguito di una scossa sismica. Alle attività hanno partecipato squadre dei vigili del fuoco
di Trapani, Palermo, Caltanissetta e Agrigento, con la presenza di militari della locale Stazione dell’Arma dei Carabinieri, di personale della Polizia Locale, degli Uffici del Comune di Poggioreale e di personale sanitario delle Pubbliche Assistenze di Trapani, oltre ai vigili del fuoco in congedo ai volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile.