Ecco le parole del sindaco Felice Errante quando ancora si contano le vittime dei terribili attentati che hanno colpito ieri sera la capitale francese.

È impossibile trovare le parole giuste davanti alle immagini che da ieri sera scorrono davanti ai nostri occhi, imprimendosi a forza nel nostro cuore.

In queste ore si sprecano le analisi e le condanne senza appello da parte di chi aveva compreso tutto e non è stato ascoltato, ma come si legge nella nostra Bibbia,per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo.

Un tempo per nascere e un tempo per morire, un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante. Oggi è il tempo della solidarietà, del dolore e della vicinanza ai nostri cugini francesi. Tutte cose che si manifestano meglio, più che con le parole, con un rispettoso silenzio

diretta paris attentato