Una scossa di terremoto è stata avvertita la scorsa notte nel Belice alle ore 2:11. L’evento sismico di magnitudo ML 3.1 è stato localizzato ad una profondità di 13KM a 5KM ad est di Santa Ninfa dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). Coordinate geografiche (lat, lon) 37.77, 12.94.

Un evento sismico con queste caratteristiche difficilmente può causare danni a cose o persone ma potrebbe essere avvertito creando paura nella popolazione. Non sono stati segnalati danni a persone o cose.

Comuni entro 20 km dall’epicentro:
Santa Ninfa TP 5Km
Salaparuta TP 6Km
Partanna TP 7Km
Gibellina TP 7Km
Poggioreale TP 8Km
Montevago AG 9Km
Santa Margherita di Belice AG 12Km
Salemi TP 13Km
Vita TP 15Km
Castelvetrano TP 17Km
Calatafimi-Segesta TP 17Km
Camporeale PA 20Km
Menfi AG 20Km

In questa mappa è riportato un particolare del modello di pericolosità sismica del territorio nazionale e la stella bianca e nera è l’epicentro del terremoto avvenuto.

Con pericolosità sismica si intende lo scuotimento del suolo atteso in un sito a causa di un terremoto. Essendo prevalentemente un’analisi di tipo probabilistico, si può definire un certo scuotimento solo associato alla probabilità di accadimento nel prossimo futuro. Non si tratta pertanto di previsione deterministica dei terremoti, obiettivo lungi dal poter essere raggiunto ancora in tutto il mondo, né del massimo terremoto possibile in un’area, in quanto il terremoto massimo ha comunque probabilità di verificarsi molto basse.