L’Unità Operativa di Terapia del Dolore dell’ospedale Sant’Anna di Como conquista un’importante certificazione internazionale grazie al prezioso lavoro di un giovane medico castelvetranese. Carlo Francesco Biundo, anestesista rianimatore, ha infatti ricevuto l’abilitazione FIPP – Fellowship of Interventional Pain Practice, una delle più prestigiose a livello mondiale, rilasciata dal World Institute of Pain (WIP).

Il dottor Biundo, che è anche titolare dell’incarico di alta specialità di “Terapia Antalgica Interventistica” presso lo stesso nosocomio lombardo, ha ricevuto il diploma nelle scorse settimane a Budapest al termine di un lungo percorso formativo che prevedeva anche l’esperienza in importanti centri di terapia del dolore.

Il WIP è un’organizzazione con sede negli Stati Uniti dedicata allo studio e alla cura del dolore, dal 1993 uno dei riferimenti principali in questo campo, e raggruppa i massimi esperti nel settore, con particolare riferimento a coloro che praticano le tecniche chirurgiche antalgiche mini-invasive.

Carlo Francesco Biundo è andato via da Castelvetrano nel 2010 e da allora vive a Como dove lavoro presso l’ospedale Sant’Anna come Dirigente Medico di Anestesia e Rianimazione. In particolare si occupa di anestesia per varie branche chirurgiche, di Attività di Terapia Intensiva e di Terapia Antalgica.

Dopo aver conseguito la laurea con lode in Medicina e Chirurgia e la specializzazione in Anestesia e Rianimazione e Terapia del dolore presso l’Università degli Studi di Palermo – ci racconta il Dottor. Biundo – ho sentito il bisogno di dedicarmi al paziente. Soprattutto mi sono voluto dedicare a migliorare la vita delle persone con dolore cronico.

Ho dunque frequentato presso l’Università di Firenze, dal 2013 al 2014,  un Master di II livello in Terapia del Dolore acquisendo le conoscenze teoriche e le competenze pratiche nell’esecuzione di tutte le tecniche invasive e mininvasive della terapia del dolore.

Seguo quotidianamente i casi dei miei pazienti, offrendo anche un supporto umano, mi piace creare un rapporto di fiducia in modo che loro si possano fidare della conoscenza scientifica. Il mio obiettivo è che si fidino della ricerca di soluzioni scientifiche anche quando la cura idonea ancora non è disponibile.

Spinto dal grande interesse verso la terapia del dolore, il Dottor Biundo, ha superato un impegnativo esame selettivo a Budapest, da parte di una commissione di esperti internazionali, ottenendo così la prestigiosa certificazione FIPP.

I medici che hanno completato con successo questo percorso formativo rigoroso sono indicati come “Fellows” nel campo delle tecniche interventistiche.

Per me si tratta di un importante riconoscimento – aggiunge il giovane medico – che corona un lungo percorso formativo che prevedeva anche l’esperienza presso importanti centri di terapia del dolore. Dal 2001 ad oggi sono in tutto 1050 i terapisti del dolore nel mondo certificati di cui solo 18 gli italiani

La consegna delle certificazione è avvenuta lo scorso 28 agosto, durante la AWARD CEREMONY DINNER all’ Hungarian National Gallery Royal Palace BUDAPEST.

 

In foto, Carlo Francesco Biundo con Gabor Racz MD, FIPP Grover Murray Professor, (Chair Emeritus in Departmentent of Anesthesiology Texas), Kris Vissers MD, FIPP (Anesthesiologist, Professor in Pain and Palliative Medicine Radboud University Nijmegen Netherlands), Craig T. Hartrick, MD, FIPP (President-Elect of The World Institute of Pain
Professor of Anesthesiology at Oakland University, Michigan USA)