Il medico chirurgo Antonio Tavormina tornerà oggi a casa dopo 28 giorni di degenza presso l’ospedale “Cervello” di Palermo. Tavormina, in servizio presso l’Unità di Chirurgia dell’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano, è stato il primo medico del nosocomio a contrarre il virus Covid-19. Quando ha accusato i problemi di respirazione, si è presentato alla tenda di pre-triage dell’ospedale palermitano dove è rimasto ricoverato in totale isolamento. Lui ora sta bene e i risultati degli ultimi tamponi di controllo sono risultati negativi. «Volevo ringraziare in modo veramente affettuoso tutti voi indistintamente – ha scritto sulla sua bacheca di Facebook – con un abbraccio grandissimo per l’affetto che mi avete fino a ora dimostrato, inatteso e commosso di avervi sentito indistintamente vicino. Ci rivedremo presto». Ora per il medico l’aspetta un periodo di quarantena domiciliare e poi un ulteriore tampone di verifica, prima di tornare in corsia e in sala operatoria.