Essepiauto

Chi visita Selinunte ne rimane affascinato. Su questo non c’è alcun dubbio.

Rimane però il fatto che nonostante sia il più grande Parco Archeologico d’Europa, altri siti turistici ricevono molti più visitatori. Questo perché evidentemente il lavoro di comunicazione fatto negli ultimi anni non è stato sufficiente. In Italia, molti sconoscono l’esistenza del nostro straordinario sito archeologico.

settesoli-selinunte-2Per aiutare Selinunte a tornare all’antico splendore ed attrarre turisti da tutto il mondo, negli scorsi mesi è arrivata “in soccorso” la Settesoli con un progetto di raccolta fondi che prevede la promozione e la salvaguardia del patrimonio archeologico selinuntino.

Nella giornata di ieri è partita un’ampia campagna TV, la prima a sostegno del patrimonio archeologico italiano: per 2 settimane su RAI, Mediaset e La7 andrà in onda il video “Settesoli sostiene Selinunte”, la cui realizzazione è stata affidata da Cantine Settesoli a TOKAY Creative Studios di Palermo.

E’ stato inoltre realizzato un servizio per il programma Gustibus (che proponiamo in questo articolo) diverse pubblicazioni su riviste a tiratura regionale e nazionale come Food, I love Sicilia, Bellitalia, DiPiù, DiPiù Tv Cucina e Fior Fiore. Ma non finisce qui: affissioni pubblicitarie in tutta la Sicilia ed espositori del progetto in circa 300 supermercati nelle zone di Milano, Roma, Toscana ed Emilia Romagna.

Terminata la parte di comunicazione si passera alla fase operativa che prevedere opere di restauro, un sistema di illuminazione ed un percorso di viabilità per il Tempio “C”

Tutto questo è stato possibile grazie al progetto di fundraising promosso dalla Settesoli: per ogni bottiglia di vino acquistata, 10 centesimi di euro saranno destinati a SELINUNTE.