Anche quest’anno, come ormai da dodici anni, al Conad stadium di Forlì, è allestita una Rassegna di arte contemporanea, opere di artisti di diverse regioni italiane. La manifestazione è organizzata dall’artista Giuseppe Bertolino, di origini castelvetranesi, in collaborazione con Federico Fattini e l’associazione Cava Forever group.

La Rassegna ha destato e desta curiosità, riscuotendo un notevole successo. Una mostra assolutamente insolita, fuori dagli spazi e dagli schemi abituali che porta le opere d’arte fra la frutta e la verdura. Quest’anno l’iniziativa si è svolta in modo più silenziosa, ma sempre con la stessa voglia di essere solidali. “Gli artisti – ha detto Bertolino – invitati a partecipare hanno interpretato il particolare momento che stiamo vivendo, per via del Covid. Grande solidarietà, nei giorni scorsi si è conclusa una iniziativa a favore della Associazione Morgagni Polmonari di Forlì, il cui obiettivo e il sostegno della ricerca scientifica sulle patologie rare polmonari. Dal 10 al 15 dicembre infatti, Conad Stadium ha destinato 10 cent. su ogni scontrino emesso in cassa all’AMMP”

LUCE è il titolo della rassegna di quest’anno, scelto per diverse ragioni, perché finalmente, dopo un anno di sofferenza, si comincia a vedere una luce in fondo al tunnel; luce come simbolo di speranza e solidarietà; la luce è ciò che ogni artista cerca nella stesura delle sue opere.

Sono circa 75 le opere in esposizione lungo le corsie del supermercato, degli artisti, Giuseppe Bertolino, Fabio Blaco, Prisco De Vivo, Cristina Cianci, Graziella Giunchedi, Miria Malandri, Carla Poggi, Mauro Maltoni, il Gruppo Friarte di Roma con Giovanna Benzi, Pietro Cardano, Giancarlo Gagliardi, Monica Presciutti, Federica Virgili, Giorgio Carta, Patrizio Fraternali, Pamela Elisabeth Mazzu, Rolando Sanna, Paolo Ruggeri, Empedocle Amato.

Giuseppe Bertolino, quest’anno presenta dei grandi olii del 2002, opere che sintetizzano la ricerca dell’artista e che sono state esposte in prestigiose manifestazioni. Nei blu squarci di luce emergono dalla furia delle onde, nei rossi un magma incandescente crea degli effetti di luce particolarissimi. Nell’ambito della rassegna sono in esposizione anche le etichette di vino di Giuseppe Bertolino, opere di piccole dimensioni per i Magnum di Terre della Pieve.