E’ in corso in Umbria l’Euroschool Festival edizione 2018 dove, per la categoria Musica e canto si è esibito, giovedì 10 maggio, il Coro della Scuola secondaria di 1° grado Pardo. Presso il Matrioska Music Arena di Perugia, i 35 ragazzi castelvetranesi, magistralmente diretti dal Maestro Rosario Guzzo, hanno portato il calore della nostra Isola con la loro bellissima ed apprezzata interpretazione di tre canzoni tutte incentrate sull’amore.

“Cocciu d’amuri” è una serenata dei Tinturia e di Lello Analfino dove l’amore puro ed il trasporto del sentimento trova agio nel dialetto siciliano che assume toni di dolce poesia; “Il cerchio della vita” portata al successo da Ivana Spagna, affronta il senso dell’esistenza e del suo trascorrere come pure della volontà di darle senso, valori e principi che abbiamo avuto e che tramanderemo; “Mediterraneo” , che ricordiamo nell’interpretazione del compianto conterraneo Mango, rappresenta l’amore per una terra tanto bella quanto difficile, baciata dal sole e al centro di un mare che è vita e speranza, ma anche solitudine e disperazione, che sa unire, far gioire ma anche piangere.

Ad accompagnare l’esibizione del coro, e molto apprezzate dai presenti, le immagini suggestive di Castelvetrano e Selinunte, gentilmente concesse dai fotografi Nino Di Maio, Gaspare Pompei e Baldo Genova che hanno dato visibilità alle bellezze del nostro territorio troppo spesso denigrato ma che, con orgoglio, tanto ha da offrire e da mostrare.

A ringraziare i ragazzi per l’interesse e l’attenzione con cui si accostano alla musica è stata Arisa, cantante di riconosciuto successo, che è intervenuta come ospite all’evento.
Fra i più di 10.000 studenti iscritti, le numerosissime scuole partecipanti giunte a Perugia da ogni parte d’Italia e le esibizioni di alto livello di orchestre e voci, la musica si è respirata nell’aria e si è sentita nelle orecchie e nel cuore. Il Maestro Saro Guzzo, professore nella scuola, si dice molto soddisfatto della prestazione dei ragazzi e della collaborazione avuta dai colleghi tutti e dalla Dirigente scolastica per la realizzazione e la buona riuscita della partecipazione all’evento. “I ragazzi, dopo l’emozione iniziale, si sono sentiti liberi di cantare ed hanno dato il massimo – dice – a quel punto ci siamo emozionati tutti. E’ stata un’esperienza molto coinvolgente per tutti noi, di condivisione e crescita personale, sicuramente da ripetere”. Non a caso l’esibizione dei ragazzi è stata molto apprezzata sia dagli organizzatori, da cui hanno avuto una splendida accoglienza, sia dalle altre scuole intervenute fra cui Scampia, Campobasso e Salerno.

“Mi sono sentita parte di loro – dice la Dirigente Prof.ssa Anna Vania Stallone, che ha accompagnato il gruppo – quelle voci nell’aria hanno conquistato tutti. E’ sempre bello condividere l’entusiasmo che i ragazzi mostrano nell’accostarsi ad ogni nuova esperienza, sono orgogliosa di loro. Un plauso al Prof. Guzzo che con la sua perizia e professionalità sa accompagnare gli alunni in questo percorso, così accattivante ma anche complesso, in cui alla leggerezza della musica si accostano temi di interesse universale. E’importante inoltre che, con partecipazioni a carattere nazionale, come tante quest’anno per il nostro Istituto, si dia visibilità e giusto merito alle belle cose e importanti traguardi che i nostri giovani sanno perseguire con grandi prospettive future”. A loro i nostri auguri.

Anna Maria Di Giuseppe A.S. IC “Capuana Pardo”