Domenica 7 giugno alle ore 20.00 sulla piattaforma YouTube andrà in scena “Click Clock di Giovanni Libeccio. Lo spettacolo vede come interpreti lo stesso Libeccio, Roberta Azzarone, Lorenzo Parrotto e  il castelvetranese Gaspare di Stefano, che insieme a Giovanni Libeccio, gestisce la regia. Unitamente a “Memorie di una schiava” con Pamela Villoresi e Baba Sissoko, lo spettacolo è inserito nella programmazione streaming del Teatro Biondo di Palermo.

Clock Clock è ambientato in un “non luogo” nel quale un uomo e una donna si incontrano, si odiano, si sfidano e si amano, lo spettacolo è una profonda e ironica riflessione sull’ esistenza, che affronta tematiche attualissime come la giustizia e la corruzione. Le scene sono di Sergio Inglese e Veronica Randazzo, le luci di Gaspare Di Stefano, la selezione musicale di Lorella Libeccio. La storia gira attorno al personaggio di Costantino, giovane rampollo spregiudicato della “Palermo bene”, che incontra Jolly, giudice, anima, coscienza, che lo confonde, lo seduce e lo impaurisce costringendolo a fare un’amara analisi della propria vita.

«Nella mia mente – spiega Libeccio – Click Clock è qualcosa di intangibile, indefinito, fluttuante ed evanescente come un sogno che non sei certo di ricordare, ma che lascia strascichi netti e definiti. E li lascia con i suoi personaggi: tre individui che ci aiutano a comprendere questa storia, che è la storia di tutti quegli uomini pentiti, pentiti di non aver detto, di non aver fatto. E intanto il tempo scorre. L’ho scritta in breve tempo quando vivevo ancora da poco a Palermo, ma Palermo è un pretesto, null’ altro, la questione è un’altra, la questione è la vita, il destino e le scelte, il tempo che passa».

Giovanni Libeccio insieme a Gaspare di Stefano

Gaspare di Stefano