Viaggio premio si trasforma in un incubo per tre giovanissime studentesse di Castelvetrano. Mariachiara, Alexia e Manuela si trovavano, infatti, a Strasburgo nello stesso luogo dove un uomo ha aperto il fuoco uccidendo 3 persone e ferendone 12. Ferito anche, in maniera grave anche un giovane giornalista italiano, colpito da un proiettile alla testa. Il killer è riuscito poi a fuggire a piedi e a barricarsi nel vicino quartiere di Neudorf, dove per ore la polizia lo ha braccato. Al momento, il killer, armato di pistola e coltello, non sarebbe ancora stato catturato dalle forze di Polizia.

Le tre giovanissime studentesse si trovano in Francia per aver vinto un concorso europeo promosso dal Movimento per la vita. Ieri sera si trovavano proprio in Rue Orfèvres. Dopo aver passato un’oretta tra i mercatini di natale, avevano deciso di entrare in un ristorante per la cena, pochi minuti dopo, venivano avvertiti dai titolari del locale che era successo qualcosa all’esterno. Inizialmente si pensava ad una rissa ma con il passare dei minuti si delineava il quadro di quanto stava per accadere fuori. L’area si è rapidamente riempita di polizia e militari.

Le tre ragazze sono rimaste in un’area al sicuro al piano interrato del ristorante fino alla mezzanotte quando le autorità hanno consentito di uscire per raggiungere gli hotel in autobus. Sono state ora di grande paura, anche perché nel sotterraneo la connessione internet non funzionava ed era molto difficile comunicare con la propria famiglia o ricevere informazioni sull’accaduto.

Per le tre giovani 17enni, la gita premio prosegue oggi con la visita al Parlamento Europeo. Il rientro a Castelvetrano è previsto per domani sera.