Sempre più persone utilizzano i servizi come messenger o whatsapp per divulgare messaggi allarmistici che si rivelano nella maggior parte dei casi delle notizie totalmente false.

E’ il caso della “coca cola contaminata dal virus dell’HIV”. Una notizia gravissima, che ha fatto il giro dei social in pochissimo tempo ma che è priva di qualsiasi fondamento. In alcuni casi, alcune persone arrivano addirittura ad indignarsi verso chi smentisce la “fake news”.

Se davvero ci fosse un rischio del genere, l’avviso partirebbe direttamente dalle istituzioni e chiaramente il messaggio non sarebbe scritto così male, frutto magari di una cattiva traduzione dalla versione inglese della notizia falsa.

Ecco il messaggio divulgato negli ultimi giorni

C’è notizia dalla polizia. È un messaggio urgente per tutti. Per i prossimi giorni non bevi nessun prodotto della Coca Cola, come la coda nera, il fioravanti di succhi, lo sprite ecc. Un lavoratore aziendale ha aggiunto il suo sangue contaminato da AIDS. . Vedi MDTV. Si prega di inviare questo messaggio a tutti gli utenti della tua lista. REPETIR: Messaggio importante dalla polizia metropolitana a tutti i cittadini

Per le prossime settimane, non bevi alcun prodotto COCA COLA, in quanto un lavoratore della società ha aggiunto il suo sangue contaminato da HIV (AIDS). E ‘stato mostrato ieri in Sky News. Invia questo messaggio alle persone che ti interessano.

Entrando nello specifico l’HIV non vive molto al di fuori del corpo umano, fosse stato immerso nelle lattine di qualsivoglia bevanda verrebbe comunque eliminato prima di rischiare il contagio. Cercando il messaggio in rete si arriva addirittura ad un articolo del 2015 che narra di una bufala molto simile, stavolta legata alla Pepsi.