Sputò contro le due vigilesse che lo avevano multato per divieto di sosta. Insultandole anche con frasi sessiste. Adesso, l’autore della furiosa reazione, scena che fu anche ripresa con un telefonino da un testimone che postò il video su Youtube, è stato condannato dal Tribunale di Marsala a sei mesi di reclusione per oltraggio a pubblico ufficiale, nonché al pagamento di un risarcimento danni alle due vigilesse, che si sono costituite parte civile. L’episodio avvenne il 30 gennaio del 2018 nella centrale via Vittorio Emanuele II, a Castelvetrano. Ad essere condannato è stato F. S. C., 43 anni, nato a Mazara del Vallo, ma residente a Castelvetrano. L’uomo aveva parcheggiato la sua auto, una Bmw, proprio nello spazio riservato alla polizia municipale. Ad emettere la sentenza di condanna è stato il giudice monocratico Bruno Vivona. (ANSA).